Dal mattino alla sera, melodia del giorno.

Presto il sole sorgerà,
da un’albero il suo spiraglio,
si affaccerà,
quando ancor sopita,
assonnata,
stupore ed incanto,
m’inebrieranno.

Resto così,
dal giorno incantata,
il sole mi desta la mente,
raccoglie, momenti,
la notte racconta.

Il giorno pura sorpresa,
dall’alba alla sera,
non mi è dato sapere,
solo attendere,
vivere sperare,
giunga la notte.

Serenamente, rilassata,
dimenticherò il futuro,
sostando nel presente,
pensando al passato,
scriverò di ieri.

ginetta66
Cielo – Dal mattino alla sera (Foto By Gina)

©ginetta66

Annunci

Messaggio in bottiglia

La bottiglia arriverà
dal mare in sulla riva,
un messaggio avrà per te.
Cogli quel senso,
non disturbarlo,
rifletti leggilo bene
prima di agire.
L’impeto ti trascina,
la ragione ti vuole
sua complice…
Ascolta il tuo cuore,
cerca nelle parole
la trasparenza dell’amore,
troverai quel che di bello
la bottiglia ti porta.

©ginetta66

Messaggio in bottiglia – (Foto web)

 

Sarà presto domani.

Sarà presto domani,
che intenta sulla strada ritornerò,
col taccuino in mano,
pronta a scrivere per te che leggerai.
Sarà domani il giorno più bello,
quel sogno con ansia attendo.
Un giorno dei tanti,
che preparerò a festeggiare,
intonando note,
mentre di mano il giorno sfuggirà

©ginetta66

Sarà presto domani
Sarà presto domani

.

Sentire la pioggia (Rima)

©ginetta66

Al rumore della pioggia,
mi lascio andare,
Nel fragore del vento,
abbandono il mio corpo,
mentre immagino addosso
l’acqua che mi passa.
Mi tuffo col pensiero,
in una rincorsa affannosa,
lascio andare,
ché la corsa vincerò,
stanca le membra adagerò,
dove il sonno mi troverà.

Pensiero sulla vita – (Rima)

La vita come un film
intensa da vivere,
non da vedere.
Non un divertimento,
non un gioco,
né un ramo secco.
Quel ramo così spoglio,
che nella corteccia
ha in serbo la rinascita
che occhio non vede.
La vita, mistero,
tutto si gioca,
all’ombra degli occhi,
alla luce del sole,
al blandire delle tenebre.

©ginetta66

Foto By Gina
Foto Gina – coccinella

Pioggia battente cade. (Poesia)

La pioggia battente,
una musica piacevole
si ode ai miei orecchi,
distensiva conciliatrice,
con essa il sonno giunge.
Tra queste righe
il mio pensare va a loro,
chi osserva e non dorme,
quell’immenso spettacolo,
che la natura riserba,
a quelle genti,
infreddolite sole,
ora pregare le sorti.
Forse l’uomo dimentica,
sciaguratamente ignora,
persiste e logora,
pensando che la natura si scordi.
©ginetta66
20140710_154138_Android