Natale in bianco e nero

Era un Natale in bianco e nero,
povero senza denaro,
ricco di storia e luci immense.
si aspettava tra giochi e dispense.
La Madonna apriva le danze,
nei dicembrini giorni alle gioie e speranze,
dove l’albero veniva creato,
intorno al ciocco si dimenava contenti.
Armonie di Natale in bianco e nero,
sapevano di calore e di mistero,
bontà e innocenza accoglievano, Babbo Natale.
Rivivono nel ricordo, che scorre via,
I tempi andati nel migrar degli anni,
mentre tutto si prepara all’evento,
scintillano le luci a ricordar l’avvento.

©ginetta66
IMG_20131212_154306

Annunci

Evidenze

Son qua che ti penso,
scoraggiata dal quel sentire
quei sussurri di note ardenti,
tanto acerbe da lapparmi il cuore.
Ma l’eco giunge solerte,
quando l’evidenza si accinge a
sovvertire l’animo
che sussurra come il vento.

©ginetta66

Giorni vuoti

Giorni vuoti non conoscono vita,

né tanto meno sanno di me

che ombrosa mi astengo dal viverli.

Giorni freddi, come il cuore di chi mente,

che pensa di sapere, tutto sa da fare,

in realtà nel proprio resta ad assaporare il tempo.

Giorni vivaci, come il vento e le realtà che fuggono,

dalle ore tacciono dal destino segnato,

nella laguna dei pensieri si riflettono.

©ginetta66

Sfogo

Con te che ascolti
mi sfogo.
So che non parli,
anche se odo
quel ticchettio battere.
Il tuo rumore giunge ora,
mentre il cuore
triste si accascia prono,
sulle note del notte,
che sfugge dalla rabbia.
©ginetta66
20140705_210257_Android