Brilla il sole

Brilla il sole
si rischiara la mente,
nel cinguettio,
felice si perde.
Un raggio giunge e mi desta,
scalda ogni idea,
che accompagna il mattino
tra le ore annaspa giocoso.

©ginetta66

enigma

Se avessi pensato
che non avevo scelta,
perché dovevo scegliere
se dartela vinta
o far fingere d’essere vinta,
mi sarei persa la gioia di vivere.
Ma oggi so che non t’ho perduta!
So questo, e so quanto mi sei cara vita.
E so anche,
che per viverti sino in fondo
bisogna vederti avvolta di mistero,
vivere così quell’enigma che mi tiene in vita.

gina scanzani 27 marzo 2017

OLTRE LE PAROLE

Oltre le parole
il sostegno vola,
si stringe nell’insieme,
tra voci incredule e spaventate,
va oltre il semplice abbraccio.
Dare se stessi per gli altri
può essere poco,
ma nel bisogno è tutto.

©ginetta66 23 marzo 2017

P.S. la poesia è messaggio in codice

Viola di marzo

Dietro quel muro
sono nascoste le viole,
colorate profumate, leggere,
mi guardano, salutano la sera…
Giace fermo,
nel tumulto il mio pensiero.
Colmo di serenità
lo sguardo incanta,
da quel colore purpureo
la mente si rinfranca.
Timidi petali
leggiadri e sinuosi si fregiano
in quello spicchio di sole,
si confondono all’aria
tra mille profumi
mentre sboccia marzo.

©ginetta66

Figure

fb_img_1455455603349

Figure,
enigmatiche speranze
tracce di vita
si rincorrono nei giorni,
nella mandria del silenzio
si perdono,
allorché notate
nella nebbia si disperdono.
Passionali, graziose,
figure di donne che amano,
seducono
avvolte da una fiaba, aspettano
quel principe azzurro,
che mai incontreranno.
Figure,
serve dell’unione
fanno loro la forza dell’amore,
seppur prede ingiuste
d’una feroce mente.

©ginetta66 – 17 febbraio 2017

 

Nulla si distrugge…

Scrivevo questo articolo diversi anni fa, ed oggi mi sembra molto attuale. Lo ripropongo visto che ad essere un’emergenza non è solo il terremoto ma il clima in tutta la sua vastità. Sicuramente siamo in ritardo con i tempi di marcia della natura, l’ambiente non ne può più così ci fa scontare tutto assieme. La natura è cattiva e ce lo sta dimostrando.

***

Ho in mente la natura, in questi tempi nulla più fa riflettere che questi comportamenti anomali del tempo.

Siamo a giugno e la natura è così stranamente strana, tormentata e di bizzarrie ve ne sono a iosa!

Se solo ci fermassimo ad osservarci, capiremo come l’impossibile  è divenuto realtà, e se le stagioni sono scomparse, e per tutti restano semplicemente un vago ricordo.

Assistiamo a fenomeni atipici e anormali, che potremmo dire benissimo, che la natura ha  rovesciata la terra sembra impossibile, eppure è vero.

Qua in Italia che avremmo dovuto sfoderare abiti estivi, vestiamo ancora con quelli invernali o semi, mentre in Lapponia al contrario la gente fà il bagno al mare o lago per il caldo.

Le vegetazioni che necessitavano di sole, andate perdute, le stime delle perdite sono ingenti, e il maltempo non sembra ancora cessato.

Chissà se qualche raccolto si salverà?

Intanto si assiste allo scioglimento imperterrito di ghiacciai, alla moria degli orsi bianchi, e noi uomini ci accorgiamo che innanzi a tempeste solari, uragani, terremoti, bizzzarrie climatiche, siamo sempre più piccoli, sempre più in crisi, e la Natura non si ferma nel suo avanzamento.

Io credo che nulla si distrugge ma tutto si trasforma, questo motto sempre più attuale oggi si stà realizzando.

La Natura stà trasformando il nostro habitat, ora tocca a noi capire le sue e le nostre necessità, e venirci  incontro e capire dove andare a parare se non vogliamo venire ingoiati dal nostro Io.

(Dal 4 al 7 giugno 2013 si apre a Bruxell,  la settimana verde,  Green Week. La discussione che vedrà l’Europa a parlare di politiche ambientali, sarà concentrata sul seguente tema: aria pulita per tutti.)

©ginetta66

 ***
Come dicevo, lo scrissi qualche anno fa oggi mi sembra di attualità! Sono convinta che poco o nulla si è fatto per l’ambiente, e la natura e questo mondo non aspetta i comodi dell’uomo!
mtf_pzkbp_135.jpg.jpg
Foto personale (Scattata sul Monte Terminillo)