Gli inseparabili

Aria e terra,

una unione che fa di noi

un’inseparabile insieme.

Già, Inseparabili,

tanto la vita ci accomuna

quando i passi si allontanano…

Troppo spesso la vita si perde

quando distanti nell’aria

le nostre ombre si alzano.

In quell’aria così viva

la terra tu accogli e consoli, amico…

e come il cielo sei Inseparabile,

sei la che unisci

e avvicini il cuore all’animo.

©ginetta66 02.feb.2018

Annunci

E’ nell’aria

Nell’aria stanca ormai da tempo
si rinnova il pensiero,
che impone cambiamenti.
Frivoli richiami, al sussurrare del tempo.
Sospiro pesante, (ma non troppo)
ora che vicina alle idee mi sento,
brilla in me una radiosa luce.
Ogni pagina bianca verrà riempita,
ogni emozione sarà scolpita,
nulla al fato sarà lasciato,
dal tempo ogni stanchezza verrà ingoiata.

03.gennaio.2015

©ginetta66

Ritorno

4568_107885551296_99924666296_2440057_5918437_n
Trambusto e stanchezza
si avvicendano ora
che il gioco è  tratto,
tutto appare ancor più distratto.

Pare, che il velo su quel viso,
sia sulla strada del ritorno,
pur lieve e meno importante…
di quella dell’andata.

A me sembra ieri,
che all’andare mi accingevo a partire,
eppure già mi ritrovo sulla via del ritorno,
mentre scandisco queste parole,
il tempo è già fuggito.

28.agosto.2015 ©ginetta66

Ricordo

Sussurra l’aria,
precipita come un sasso
che travolge il ricordo
che mi desta e ride.

Trova te dove il vento si ferma,
musica di un breve ricordo
che affranto il pensiero,
si affresca come un sogno.

©ginetta66
image

 

 

Sorseggiare il libro. (Pensiero)

Sorseggiare il libro è emozionante.
Così mi hai scritto, mi hai lasciato il tuo commento, che a me sembrato udirlo, senza parole sono rimasta.

Parole queste che, così come scritte non hanno bisogno di risposte, semplicemente è emozionante leggerle e condividerle, come una cosa bella e preziosa un piccolo e nobile gesto che vale la pena di ricordare.

Ancora grazie, ©ginetta66

Il catino delle emozioni

In quel catino che chiamo emozione, è planato il pensiero. Nell’irrefrenabile sentire, lontano era l’eco … sordo al suono, delle voci accanto! Un solo gemito, il mio cuore, un solo sguardo il tuo, una sola persona che mi suggeriva e un solo Io che mi guidava. L’emozione non ha retto, nello sguardo da te fuggiva, quell’ombra inseguiva. Colmo e saturo quel catino, stanco, ora tace e sussulta di fianco, dove l’emozione giace, proprio in quel letto a me di fianco. -ginetta66- (Dedicata al mio evento passato, 24.maggio.2015, dove l’emozione ha dominato la scena indisturbata. Un’emozione che è rimasta, ma per ora non conosco parole diverse per descriverla).

Libere emozioni

Son qua con voi,
ascolto il cuore,
lascio spazio alle parole,
che ora parlano al cuore.
La mia mente si unisce,
al suono che non tradisce,
si ascolta sereno,
Parole così esternate,
escono dalla fonte
nel silenzio sentite,
come libere emozioni.
©ginetta66