Panorama

Il panorama è uno spazio

dove distendere gli occhi e affondare i pensieri, 

dove scolpire i dettagli e inutili particolari.

Un panorama non è solo bello da vedere,

bensì è importante da viversi.

Panoramico è il mondo di chi scrive,

che come l’occhio non si stanca mai di scrutare.

Gina Scanzani 27.11.2018

Annunci

Leggi gratis “Mimì nella grotta oscura”

Mimì nella grotta oscura

Carissimi lettori, vi presento la mia nuova creatura.
Questo libro si può leggere gratis dal sito dell’editore, cliccare sul sul link in alto ed entrerete nel mio profilo autore. Vi domando se avete idee e suggerimenti per presentarlo o promuoverlo, la cosa è un pò triste, se avete idee contattatemi grazie.
Vi ringrazio anticipatamente per ogni parola che vorrete spendere.

Chi è Mimì? Forse ognuno di noi, quando ci troviamo ad attraversare qualche selva oscura, con le sue difficoltà, fobie, sofferenze, malattie. Con questa favola per adulti, l’autrice ci trasmette che lungo la strada della nostra esistenza non vanno mai persi di vista gli affetti, i sentimenti, ma soprattutto non va dimenticato il bambino che è in noi. Solo così si potrà raggiungere una conoscenza più intima di sé e imparare a dare il giusto valore a gioie e misteri della vita.

 

 

Desiderio

Toccami,
sfiorami con la tua arte
non solo con la materia
di cui ne sei parte.
Amami se vuoi.
Fai come la foglia
che scalda l’anima e
bagna la vita,
quando s’accascia al suol,
nel sol silenzio del vento
si sente tradita.
Sfiorami,
fai come il vento
che accarezza le ombre
i lidi del cuore mentre tu
vorresti sentire con mano
il battere del cuore.
Ingordo il tuo amore
che non è mai abbastanza!
Mentre io figlia del vento
resto appesa
nel tempo e, contemplo.
Aspetto che la tua mano
colga il desiderio…
e come polvere si adagi
sulla nuda materia.
Velato non è il corpo,
esso è un isola di forza
che si adagia
mentre avvinta l’anima
ascolta
il desiderio del cuore.

Gina Scanzani
image

Mano lesta

Mano che agguanta stringe e incanta,

e quando ti sfiora ti invita e onora.

Premurosa mano,

che alto coro dirigi,

resti avvinta dal tuo volere 

a fregar le mani senza farle cadere!

Con lo schianto nel vuoto,

e uno sbuffo sul cuore

la tua mano mi lascia senza parole.

A me solo un flebile sibilo,

mia grande soggezione.

E tu, mano lesta,

facevi dello sbuffo

e dello schianto il tuo trionfo,

lasciando suonare in me 

la musica della paura

lasciandomi sola 

senza la premura di una carezza.

E, mentre risuonano alte le note del ricordo

mi vien vicino quella mano lesta,

che accarezza e non ferisce.

E il canto non stride all’eco del suono

si tinge del colore dell’amore

e appassisce in me, 

il funesto desiderio di passione.

Gina Scanzani 10.agosto.2018

OLTRE LE PAROLE

Oltre le parole
il sostegno vola,
si stringe nell’insieme,
tra voci incredule e spaventate,
va oltre il semplice abbraccio.
Dare se stessi per gli altri
può essere poco,
ma nel bisogno è tutto.

©ginetta66 23 marzo 2017

P.S. la poesia è messaggio in codice

Malattie rare, la sfida della comunicazione

Carissimi è con grande piacere che vi porto a conoscenza di questi miei  ultimi traguardi. Pochi giorni prima del convegno uscivano articoli come questo:


La Fondazione Neuromed organizza, giovedì primo dicembre a partire dalle 9, il convegno La sfida della comunicazione scientifica: malattie rare e cittadini.

Sorgente: Malattie rare, la sfida della comunicazione: meeting Neuromed | Il 

In quella circostanza mi sono relazionata su un tema a me caro, “La terapia dell’animo” intesa non solo come scrittura bensì intesa come qualsiasi forma d’arte o di creatività fine a se stessa.


La mia personale esperienza è stata colorata e colorita di emozioni, che sono ben visibili nell’intervista realizzata dagli stessi organizzatori, dove una voce tremula a tratti s’interrompe quasi balbetta per l’emozione. Pensare che… qualche anno fa vedevo solo fumo negli occhi… beh devo solo ringraziare la mia musa che senza pretendere nulla mi è sempre stata vicina insieme alla buona sorte! Infatti, sono arrivata a questo traguardo,  un convegno scientifico accreditato ECM, senza chiedere troppo e questo mi lusinga. Le malattie rare sono in sensibile aumento e purché se ne parli o come se ne parli importante trovare il modo per farlo, importante però non demonizzarle. Personalmente ho sempre cercato nella poesia la mia massima espressione, il mezzo con cui comunicare quel sentire che a volte fugge al dialogo.
E’ da poco nato in Neuromed un progetto “Smile room” che interessa bambini operati di epilessia, la stanza del sorriso, ed a maggior ragione mi sento motivata ad andare avanti sulla mia strada per sostenere il progetto con la mia scrittura. Non sarà facile ma sono una sognatrice e non me ne dolgo, anzi me ne vanto; andrò avanti perché ci credo. Questo sarà uno dei prossimi obiettivi nel 2017, anno per eccellenza del viaggio da cui partiranno le tante imprese o prospettive per viaggiare sempre in salute e fantasia con la poesia in movimento.

Chiudo l’anno in bellezza con le mie scritture, che mi hanno portato a toccare il cuore di molte persone, che mi hanno fatto viaggiare e fatto conoscere mondi nuovi.

Volare con la fantasia per muoversi di persona si può basta essere motivati a farlo!

Video disponibile su youtube eccoci ci siamo ancora per le malattie rare

Grazie a tutti.

Gina