Leggi gratis “Mimì nella grotta oscura”

Mimì nella grotta oscura

Carissimi lettori, vi presento la mia nuova creatura.
Questo libro si può leggere gratis dal sito dell’editore, cliccare sul sul link in alto ed entrerete nel mio profilo autore. Vi domando se avete idee e suggerimenti per presentarlo o promuoverlo, la cosa è un pò triste, se avete idee contattatemi grazie.
Vi ringrazio anticipatamente per ogni parola che vorrete spendere.

Chi è Mimì? Forse ognuno di noi, quando ci troviamo ad attraversare qualche selva oscura, con le sue difficoltà, fobie, sofferenze, malattie. Con questa favola per adulti, l’autrice ci trasmette che lungo la strada della nostra esistenza non vanno mai persi di vista gli affetti, i sentimenti, ma soprattutto non va dimenticato il bambino che è in noi. Solo così si potrà raggiungere una conoscenza più intima di sé e imparare a dare il giusto valore a gioie e misteri della vita.

 

 

Annunci

L’ultima fatica si fa per dire!

Le mie ultime fatiche!

Cari amici, vi porto a conoscenza del mio ultimo libro… la mia ultima fatica sono racconti, “La soffitta dei ricordi” ed. Augh! qualcosa si diverso dalla poesia, racconti, ma non per questo smetterò di scrivere la mia adorata lirica! Con questo sono arrivata a cinque, fatiche gioie e molto altro ancora. Chi scrive sa che, nelle pagine di un libro c’è tutto, c’è la vita e oltre.

A proposito di vita, chi ha vissuto con me la nascita del primo libro, Eccomi ci sono ancora, ricorderà. Io stessa lo pensavo perso nell’oblio, dimenticato. Invece proprio per contenuti è piaciuto. Così dopo quattro anni è risorto dalle ceneri, riemerso con la stessa forza con cui è nato… qualcuno sembra aver compreso il messaggio e la mia voce ha ripreso a gridare! Dalla voce della penna che in quel periodo diede il suono alla mia oggi mi ritorna quasi gentile ricordo. Ho condiviso su questo blog la recensione poiché mi faceva piacere rendervi partecipi dei miei progressi, senza per questo obbligare nessuno, molto vicina ad eventi che mi vedono in un ruolo principe, ed oggi ringrazio la vita, onorata per averlo scritto.

La mia testimonianza, nel mio libro “Eccomi ci sono ancora” sarà parte integrante di un convegno il prossimo 1 dicembre, dal titolo: LA SFIDA DELLA COMUNICAZIONE SCIENTIFICA, dal quale verranno attribuiti ECM (crediti formativi), e questo mi gratifica assai.

La vita di per se è una giostra fantastica, ed è un peccato che per apprezzarla bisogna vedersela sfuggire di mano!

A presto Gina.

 

Lo scoglio

Un monumento si distingue
lungo il litorale della vita,
dove posa la mia anima,
del tuo stesso colore si tinge.
Giacciono inermi e solitari pensieri,
mentre scorre il tempo
li osservo fluire ameni.
Seduta nel disincanto mi lascio cullare,
dal suono delle onde,
dalla brezza del loro canto.
Piacevole emozione abbraccio,
come un sospiro,
un momento che ritrovo,
quando avvinghiato allo scoglio mi ritrovo,
quale solo ed unico appiglio.

Fonte Evoluzioni, libro di gina scanzani

 

Ametista

Per mano tua
ho preso la via della costa,
come il ritmo della musica rotto
dal riflesso del sole,
che increspa le onde
sulle stanche parole,
dove trancia le azioni
che intermedie scivolano
nell’ oblio della morte.
Il viola il colore si tinge
di tenue  speranza,
come la gemma tra le mani
riflette,
tra quelle vittime
si flette e sfuma.
Nulla resta al domani
ora che l’oggi è sceso,
solo un barlume
un rigido riflesso ametista
che nel tempo conserva
ogni sua egregia vista.

Gina Scanzani (Fonte: Evoluzioni)

 

Mistero

Frammenti_topSe l’anima potesse parlare,
citare i pensieri le paure
che l’attraversa,
il mistero dell’uomo sarebbe vano,
e sparirebbe in un baleno.
Un clone o tutt’uno,
un’ isola perenne eguale così vedo…
Il mistero che ancora mi copre,
Enigmatico, lascia intendere non vedere
questo è il lascito del mistero,
il bello di ogni pensiero.
Fonte: Evoluzioni

©ginetta66

Tumulto

Tumulto

Sembra ormai vano,
il desiderio disperato
impossibile che lo sento sfuggire,
quando dall’altrui mano
scema il ritmo sovrano!
Quel ricordo spento
come le cime dell’autunno
vivono di stento, e sopraffanno il mio animo
che si ritrova nella tana dell’inverno
e timida m’appare ala visione del giorno.
Respiro, nel tumulto spero,
con te vivo, con le nubi avvinte mi cingo
stretta all’unisono canto,
stretta con te, autunno alla mio fianco.

05.11.2015

ginetta66

Esperienze letterarie – (La soffitta dei ricordi)

image
proposta editoriale

Carissimi ho trascurato il blog e tutti voi, spero non me ne abbiate! Torno per riprendere a scrivere. Oggi condivido questa notizia, sopra uno stralcio di lettera sfuocato, risalente alla fine dell’estate. Durante un concorso di narrativa a cui ho partecipato, sono stata selezionata da un editore a cui è piaciuto il mio testo. Naturalmente non ho vinto il concorso, ma vi assicuro come lo fosse stato. Sapevo sin dall’inizio che non sarebbe avvenuto un miracolo, ma alla fine la vittoria mi è stata comunque decretata, vi assicuro mi sono sentita una vincente. Ho voluto crederci (al concorso) altrimenti non mi sarei messa in gioco. L’esperienza di qualsiasi natura aiuta a crescere, e Ilmiolibrio in questo senso ha aiutato. Come ho scritto molte volte, non importa arrivare primi per vincere, importante è esserlo dei vincenti. L’anteprima del libro è possibile leggerla anche da questo blog aprendo il menu a discesa in alto La soffitta dei ricordi; quanto alla presente lettera ho ritenuto opportuno non citare l’editore. Ancora una volta lo stupore è tanto, le attività sono molte e sto cercando di dare spazio a tutti senza dimenticare nessuno. Spero presto di aver risposte certe, per ora un grosso saluto a tutti Gina

Continue reading “Esperienze letterarie – (La soffitta dei ricordi)”