Testamento di una rima

Quando il sole
sarà sulla piana delle parole,
il cuore inizierà a pulsare
e come un diamante grezzo
di luce propria
accenderà gli occhi.
Parole scolpite,
rimarranno eterne,
quando il sole non sorgerà più
e sotto il velo della nostalgia
sarà più vera la mia poesia.
La rima che si scaglia sulla bianca trama
è il testamento
che a posteri rimarrà eterno,
che ti terrà la mano
quando nudo il ricordo
vestirà le sembianze
di una rima appena scorta.

Titolo “Testamento di una rima”
Autore: “Gina Scanzani”
Data: 27/06/2017

Annunci

Un racconto…

Tra i sogni di una donna di una mezza età ci sta quel tanto che, il cuore chiama beltà.

Mi direte cosa ci sia di strano in tutto questo!? Beh… forse nulla, se non che a quella donna la visione della vita era celata da una porta, nascosta, la stessa porta che comunicava… la stessa beltà. Intanto la noia era svanita, ingoiata nel vuoto dei giorni, tanto che neppure il tempo se ne avvide. Che bellezza! Tempo fuggito in un baleno, nella magia dei giorni senza tristezza era pronto ad accogliere il bianco Natale. I giorni erano prossimi ad abbracciare la gioia. Felicità bellezza e gaudio le presero le mano senza neppure accorgersene. L’estate era volata inseguita da un gabbiano che di se conservava un lauto saluto, e nella libertà il cuore si levò. Un momento di soave leggerezza ora la vedeva principessa dei suoi sogni, vivere in una favola proprio mentre si spalancava la porta e ferveva la vita, nel brio di quell’animo il sogno si ritemprò.

©ginetta66  – 29.11.2015 Gina Scanzani

book-863418_640

 

 

Quel giorno sull’Etna

wpid-cam00893.jpg
foto personale
CAM00885
foto personale

Sopra le nuvole ho camminato,
La dove il soffio tuo scaldava,
il cuore mio di stupore palpitava.
Le tue viscere incutevan timore,
ma non facevi paura,
-tanto il fascino per i tuoi colori ardenti,

che i miei occhi volevano ridenti.

Quel giorno, l’aria era mesta non nitida,

un ricordo che porto nel cuore,

ogni volta penso a te Etna…

il vulcano, che mi hai dato le ali

facendomi volare tra le nubi.

©ginetta66

27.agosto.2015 – di ritorno dalla cima dell’Etna durante la vacanza “StareAssieme 2015”

Grazie a tutti … con una Poesia.

Poesia
Nasce dal nulla,
un’idea nella notte
si fa poesia
si lancia nel vuoto
la raccolgo al volo,
nel blog semino,
aspettando che germogli,
cresco con essa.
©ginetta66

Brevi risposte

Tra I pensieri accartocciati
le domande prendono forma.
Brevi risposte scorrono via,
che meste si distendono,
come petali alla luce si aprono.
Risposte che lente giungono,
quando non attese sorprendono.
©ginetta

Ho promesso amore

mtf_icrMz_204
Foto By Gina –

Ho promesso amore,
a te che lo semini.
Ricevo coraggio
dal tuo sguardo franco,
libero e stanco.
Ho promesso amore,
a te che lo cedi,
unico dono
a non temer rivali.
Il mio cuore…
palpita e scalpita,
ogni giorno sorride,
mi parla di te
con fare gioioso che,
fiorisce alla vita.

©ginetta66

Battiti

Lentamente i battiti rallentano,
nella quiete sopiscono
sullo stanco corpo si rilasciano,
Ogni acuto richiamo
ogni pensiero si allontana,
che al mattino ritroverà sovrano.
©ginetta66